Intrigante...

 


Lo ammetto sono anche le mie passioni. Scrittura e Finanza: articoli, interviste, romanze, grafici, candele giapponesi, trading. Così ho trovato in Patrizia Vigiani una collega con la C maiuscola.
Lei però è il top. Cosa ha fatto? La passione per la finanza l’ha inserita in un romanzo. Bingo.
“Alex- un giallo valutario” è un thriller a tutto tondo che svela intriganti retroscena sulla nascita dell’euro. Storie di amore che si mescolano alle valute mondiali, scomparse misteriose e viaggi in mezza Europa. In questa intervista, scopriamo l’autrice e apprendiamo anche tanti consigli sul mondo della Finanza.
 
 
-Ciao Patrizia, è più difficile fare trading sul Forex (mercato delle valute) o scrivere un romanzo?
È più difficile acquisire le competenze per fare trading. Soprattutto è difficile allenare la mente a non reagire in modo emozionale. Ma anche scrivere un romanzo richiede lo studio di alcune tecniche. Scrivere di getto non è una buona idea.

-Stessa domanda, o quasi, è più rischioso il Forex o non vendere copie dei propri libri?
Il rischio connesso al Forex è sicuramente maggiore. La maggior parte dei principianti perde tutto il capitale. Invece pubblicando un libro si perde al massimo l’investimento in editing e grafica.

-Il tuo romanzo “Alex- un giallo valutario” è la nuova edizione prodotta in self. Come mai la scelta di abbandonare la strada della Casa editrice?

Come nel mondo del Forex, anche nel mondo editoriale ci sono soggetti che non rispettano i contratti e cercano soltanto di lucrare sugli autori. L’autopubblicazione è preferibile alle condizioni imposte da molte case editrici (royalties basse e pagate dopo lunghissime scadenze, nessun anticipo, poca promozione). E con la crisi del coronavirus, il mercato dei libri digitali è aumentato in modo considerevole.

-Puoi già fare un confronto in termini di costi/benefici tra le due edizioni?
La prima edizione è stata pubblicata dall'editore senza nessun lavoro di editing o correzione di bozze. Invece la seconda è stata sottoposta a editing. Ne è risultata un’opera scritta meglio, con un maggiore approfondimento dei personaggi e degli snodi narrativi.

-Veniamo al libro: quanto ha inciso la tua passione per la finanza nella trama?
La trama del libro emana direttamente dal mio interesse per la finanza, in quanto è una vicenda di spionaggio legata alla storia dell’euro, ai tempi immediatamente precedenti la crisi finanziaria del 2008. La narrazione è intercalata da articoli sull'euro, il petrodollaro, la natura del denaro e i meccanismi di generazione dello stesso.

-Sesso e Finanza è un binomio ricorrente. Cosa c’è di originale del tuo lavoro?
I termini “Sesso e Finanza” erano stati inseriti nel vecchio titolo dall'editore, contro la mia volontà. In realtà le scene di sesso sono solo accennate. Più rilevante nell'opera è invece il tema dell’orientamento sessuale. I personaggi fanno una vita libera, che li spinge oltre le convenzioni. Mentre gli omosessuali sono di solito relegati al ruolo di macchietta o antagonista, nel mio lavoro è il protagonista ad avere questa peculiarità.

-Che riscontro hai avuto in termini di recensioni?
La nuova edizione è uscita da poco. Ma mi è capitato di leggere la recensione lusinghiera di una sconosciuta, che mi ha fatto piacere. Lettori soddisfatti sono ciò che in fondo vogliono tutti gli autori.
-Domanda da un milione di dollari: che fine farà l’euro?

L’euro sta andando bene, e si rivaluterà sia sul dollaro sia sulla sterlina. È l’euro che permette all'Unione Europea di “stampare denaro” per far fronte all'emergenza coronavirus (fra l’altro è un meccanismo spiegato nel libro). Tuttavia la recessione dovuta al coronavirus potrebbe peggiorare la situazione. Se dovesse generarsi inflazione, saremo tutti più poveri. E il tutto potrebbe sfociare in una nuova riforma monetaria.

-Queste criptovalute sostituiranno l’attuale sistema dollaro-centrico?
Non sono un’esperta di criptovalute, per cui non sono in grado di prevederne lo sviluppo. Sicuramente il dollaro perderà valore, a favore di un sistema multipolare, in cui avranno grande importanza valute come lo yuan cinese.

-Dopo il tuo libro sul Forex e questo più sul genere romanzo-narrativa, cosa pubblicherai “domani”?
Sto lavorando a un giallo basato sullo scandalo “Cum-Ex”: la più grande truffa contro il fisco, basata sul rimborso multiplo dei crediti di imposta sui dividendi. Una truffa che è stata attuata anche in Italia. Una materia attorno alla quale è difficile costruire una storia con personaggi veri. La mia storia ruoterà attorno a un whistleblower che rischia la vita per denunciare la truffa alle autorità.

-Ultima domanda: scrivi ciò che vuoi…
Un consiglio di investimento per tutti: ci attendono tempi molto duri, in cui dovremo probabilmente rinunciare a una parte di benessere. Procuratevi competenze che potrete spendere durante la crisi (ai ragazzi: studiate medicina). E mettete da parte qualche moneta di oro e di argento.

(Grazie) 

 

 


Commenti

Post più popolari